Felice Monteleone – FMPhotoSport Formula1 News

Maranello, 27 novembre

 

Kimi Raikkonen ha terminato il suo 2014 agonistico con la giornata di test ad Abu Dhabi e prima di rientrare a Maranello, dove proseguirà il lavoro di sviluppo in prospettiva 2015 insieme alla squadra, ha voluto tracciare un bilancio delle prove disputate e del prossimo futuro della Scuderia:

Kimi Raikkonen - Scudera Ferrari
Kimi Raikkonen – Scudera Ferrari

 

“Le componenti provate ad Abu Dhabi ci hanno permesso di raccogliere molti dati utili, che verranno analizzati insieme a quelli del Gran Premio di domenica scorsa. Le prioritá in squadra sono chiare e sappiamo bene quali siano le aree che non hanno reso secondo le nostre aspettative. Sono sicuro che grazie all’esperienza maturata durante l’arco della stagione riusciremo a sviluppare una vettura più competitiva. È evidente che i progressi che riusciremo a fare saranno legati al tempo che abbiamo a disposizione e alle possibilità che offrono i regolamenti, che su determinate aree al momento impongono a tutti alcuni limiti, ma ho piena fiducia nelle capacità della squadra”.

Lavorare come un team. Kimi ha poi parlato del futuro compagno Sebastian Vettel:
“Mi ha fatto piacere che sia stato con noi ai box nella prima giornata di test, anche se devo dire che la cosa non mi ha stupito perché conosco bene il suo stile e il suo modo di approcciare il lavoro. Credo che insieme ci potremo divertire in pista, lottando per cercare di stare uno davanti all’altro, ma anche lavorando come unico team per raggiungere l’obiettivo comune di progredire e riportare la Scuderia ai livelli che le competono”.

L’uomo giusto. Raikkonen ha commentato anche il cambio al vertice della Scuderia:
“Conosco Maurizio Arrivabene da tempo, credo sia una persona estremamente valida e perfetta per il ruolo di Team Principal che gli è stato affidato. Maurizio conosce la Ferrari e il business legato alla Formula 1 da molto tempo e penso che abbia le capacità per motivare e spingere il team a riconquistare i livelli che merita. A tutta la squadra e in ogni area di competenza ora aspetta un duro lavoro per completare la nuova vettura”.

 

PROVE SUL CIRCUITO DI YAS MARINA

E’ stato Raffaele Marciello a scendere in pista per la Scuderia Ferrari nella conclusiva giornata di test in scena oggi sul circuito di Yas Marina, ultimo appuntamento del calendario 2014. Da subito a suo agio con la squadra e con la vettura, il giovane pilota della Ferrari Driver Academy di Maranello ha offerto riscontri precisi sull’intero programma, che oggi ha previsto misurazioni aerodinamiche e prove d’assetto, effettuate sulla base dei dati raccolti durante la prima giornata. Nel pomeriggio la Scuderia ha concluso il test comparativo iniziato ieri tra le mescole Pirelli utilizzate nella stagione appena conclusa e la versione dedicata al 2015.

Nell’arco della due giorni di test la F14 T ha completato un totale di 172 tornate, pari a 955 km.

“Oggi è stato come un sogno che si avvera” ha detto Raffaele a www.ferrari.com. “Per un pilota italiano salire a bordo di una Ferrari, per di più in un test ufficiale, è un emozione davvero forte, e sono grato alla squadra per avermi dato questa opportunità. Si sente molto la differenza rispetto a una vettura di GP2, soprattutto per quello che riguarda la potenza del motore e la forza frenante. Trattandosi della mia prima volta al volante di una F14 T ho dovuto progressivamente adattare lo stile di guida, ma in generale mi sono trovato bene e spero di aver aiutato la squadra a raccogliere dati importanti. E’ stato impossibile non pensare Jules, io e lui siamo entrati insieme nella Ferrari Driver Academy, e se io sono qui oggi è anche perché lui non c’è. Da Jules ho imparato a spingere sempre al massimo e qui ho provato a farlo anche per lui”.

Il prossimo appuntamento in pista sarà con i test pre-campionato in programma a Jerez de la Frontera ad inizio febbraio e che vedranno il debutto della nuova monoposto.

Felice Monteleone – FMPhotoSport Formula1 News

 

Rispondi