Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News
GP di Assen

20 giugno 2014

 

Come da tradizione, l’ultimo sabato di giugno la MotoGP arriva in Olanda per correre l’affascinante Dutch TT sul circuito di Assen, l’unico ad aver sempre ospitato un Gran Premio del Campionato del Mondo ogni anno sin dalla sua nascita, nel 1949.

Dopo lo sfortunato Gran Premio di Catalunya, che lo ha visto protagonista di un violento high side durante le qualifiche, e di un ritiro per problemi tecnici nelle prime fasi di gara, Alvaro Bautista è determinato a tornare in lotta per le posizioni che contano: nei test post-gara di Barcellona lo spagnolo, seppur ancora dolorante, ha infatti potuto provare nuovi particolari, specialmente per quanto riguarda i freni, riscontrando dei miglioramenti.

Il suo compagno di squadra, Scott Redding, secondo lo scorso anno nella gara della Moto2, punterà a raccogliere altri punti importanti su un tracciato che sulla carta ben si adatta alla sua RCV1000R ‘Open’, soprattutto per quanto riguarda il primo settore più guidato.

 

19 – Alvaro Bautista

Alvaro Bautista
Alvaro Bautista

“Durante le qualifiche di Barcellona ho preso una gran botta, ma fortunatamente non c’è niente di rotto, per cui ad Assen sarò fisicamente al cento per cento. Anche ad Assen troveremo diverse curve veloci, come accaduto al Mugello e a Barcellona: al momento su questo tipo di curve ci troviamo un po’ in difficoltà e da questo punto di vista dovremo cercare di migliorare. In ogni caso, nei test effettuati il giorno dopo il Gran Premio di Catalunya abbiamo individuato alcune migliorie per quanto riguarda i freni e speriamo di poter utilizzare i nuovi particolari già ad Assen. Purtroppo ero ancora dolorante per via della caduta, per cui non ho potuto fare molte altre prove di ciclistica nei test, ma rimaniamo fiduciosi: se lavoreremo concentrati durante le prove, alla ricerca di un buon compromesso per le curve veloci, potremo dire la nostra”.

 

45 – Scott Redding

Scott Redding
Scott Redding

“Mi piace il circuito di Assen e mi trovo bene anche in Olanda, dove c’è sempre una bella atmosfera. Le condizioni atmosferiche potrebbero cambiare rapidamente, per cui questa sarà una variabile da tenere d’occhio. Per il resto, è una pista sulla quale mi sono sempre trovato a mio agio, anche se è stretta per cui inizialmente in sella a una MotoGP dovrò prenderci le misure. Il primo settore del tracciato potrebbe essere favorevole alla nostra moto, mentre negli altri due probabilmente pagheremo di più la differenza di velocità in rettilineo. Nei test effettuati a Barcellona siamo riusciti a trovare un buon grip: sarà interessante capire se ciò ci aiuterà ad Assen, dove ci sono varie curve veloci da percorrere con il gas in mano e nelle quali serve la massima trazione possibile”.

 

Fausto Gresini – GO&FUN Team Manager

“Fortunatamente Bautista nella caduta occorsagli durante le qualifiche dello scorso Gran Premio non ha rimediato fratture, ma la gran botta si è fatta sentire: Alvaro infatti non ha potuto girare molto nei test post-gara, anche se tutto sommato siamo riusciti ad individuare alcune migliorie, soprattutto per quanto riguarda l’impianto frenante. Arriviamo perciò ad Assen sapendo di poter contare su qualche novità positiva, anche se a Barcellona abbiamo faticato. Speriamo che Alvaro possa rimettersi in carreggiata per lottare con i protagonisti: ormai siamo vicini a metà stagione e finora il nostro rendimento è stato troppo altalenante; vorremmo essere più costanti. Riguardo a Redding, è un peccato che sia stato penalizzato a Barcellona: una decisione che accetto, anche se trovo ingiusta. Scott comunque sta continuando a crescere e l’obiettivo ad Assen è quello di raccogliere altri punti importanti per il suo campionato”.

 

Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News

Photo by: Felice Monteleone
All the photos are properties of FMPhotoSport.
 

Rispondi