Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News

 

Tre giorni di test a Jerez, tanto lavoro per piloti e team con ottimi riscontri finali. Bautista e Melandri hanno portato in pista il nuovo V4 con distribuzione a valvole pneumatiche.

Tre giorni di gran lavoro per piloti e team hanno segnato la seconda uscita in pista del progetto MotoGP di Aprilia e Gresini Racing. Dopo i test di Valencia di due settimane fa, Alvaro Bautista e Marco Melandri sono tornati in sella alle Aprilia MotoGP nel quadro della preparazione alla stagione 2015.

[pt id=’15662′ size=’full’ class=’aligncenter’]

Anche questa volta il meteo ha purtroppo condizionato lo svolgimento del programma di prove, specialmente nell’ultima giornata di giovedì, con continui scrosci e pista costantemente bagnata.

Nonostante gli stop and go dettati dalle condizioni meteo, la moto Aprilia ha potuto confermare il suo essere “nata bene”, una qualità fondamentale per proseguire con costanza il programma di sviluppo.

A Jerez i piloti Aprilia hanno potuto prendere confidenza per la prima volta col nuovo propulsore V4 caratterizzato dalla distribuzione a valvole pneumatiche. Il motore, che garantirà livelli più elevati di potenza rispetto alla prima versione con valvole tradizionali, ha esordito nella giornata di mercoledì, visto che il martedì ci si era concentrati sul lavoro di messa a punto di elettronica e set-up con la vecchia versione di distribuzione.

Sono stati 131 i giri totalizzati nella ‘tre giorni’ da Alvaro Bautista, con un miglior crono di 1’40″6, mentre Melandri ha inanellato 123 giri, il migliore dei quali in 1’41″5.

Il percorso di crescita è lungo, ma le indicazioni che sono emerse anche dalle prove sulla pista andalusa lasciano soddisfazione e sensazioni positive in tutto il team in vista della pausa invernale. I test riprenderanno dal 4 febbraio 2015, con la prima sessione ufficiale in Malesia, sulla pista di Sepang.

 

19 – Alvaro Bautista

“Possiamo essere soddisfatti di com’è andata, anche se il maltempo ha rallentato il nostro lavoro. Durante la prima giornata ho continuato ad utilizzare la moto nella stessa configurazione dei recenti test di Valencia. Ci siamo concentrati sulla ciclistica, trovando alcune soluzioni che mi sono piaciute e ci hanno consentito di conoscere più a fondo la moto. Nella seconda giornata ho potuto utilizzare il nuovo motore a valvole pneumatiche: la potenza è tanta ma c’è molto lavoro da fare sul fronte dell’erogazione. Oggi abbiamo percorso pochi giri sul bagnato, che ci sono comunque serviti per valutare le caratteristiche del nuovo motore in queste condizioni. Adesso inizia la pausa invernale, staccherò un po’ per riprendermi da questa lunga stagione, dopodiché tornerò ad allenarmi per farmi trovare pronto ai test di febbraio. Nel frattempo farò sicuramente visita all’Aprilia per vedere da vicino il grande lavoro che i tecnici stanno facendo sulla moto.”

 

33 – Marco Melandri

MARCO MELANDRI
“Sono stati tre giorni interessanti ma molto impegnativi allo stesso tempo. Giro dopo giro capisco sempre più quali siano le aree dove devo migliorare e le necessità per sentirmi a mio agio. Mi sento ancora piuttosto impacciato, abbiamo bisogno di chilometri per trovare il giusto feeling. Il motore nuovo ha avuto qualche problema di gioventù, una cosa normale in questa fase, ma abbiamo già visto quali siano i lati positivi e dove invece dovremo concentrarci di più. Abbiamo davanti un lungo periodo nel quale lavorare allo sviluppo per arrivare pronti ai test di Sepang. Tutti i ragazzi stanno lavorando sodo e c’è un grande entusiasmo di squadra. E’ un clima che mi fa ben sperare”.
 

Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News

 

Rispondi