Felice Monteleone – FMPhotoSport Formula1 News

Scuderia Ferrari Official News, GP di Australia

 

Bicchiere mezzo pieno per la Scuderia Ferrari nel primo GP della Stagione in Australia

Terzo gradino per Sebastian Vettel nella gara inaugurale della Stagione 2016. Un problema ferma la rossa di Kimi Raikkonen


 

SEBASTIAN VETTEL | GP D'AUSTRALIA | Courtesy Of Scuderia Ferrari Press Office
SEBASTIAN VETTEL | GP D’AUSTRALIA | Courtesy Of Scuderia Ferrari Press Office

 
Sul circuito Australiano dell’Albert Park è partita ieri la stagione 2016 di Formula1. Come da solito copione, prima fila tutta Mercedes con Lewis Hamilton ad occupare la prima casella in griglia, affiancato dal suo compagno di squadra Nico Rosberg, e seconda fila tutta rossa per la Ferrari. Partenza immediatamente abortita per un problema alla monoposto di Danil Kyviat, quindi un secondo giro di ricognizione si rende necessario per spostare la RedBull del giovane pilota russo dal circuito. Ovviamente gara finita per Danil.

Semaforo verde, e le frecce d’argento rimango inaspettatamente a guardare le due SF-16H che alla prima curva sfilano in scioltezza le due Mercedes ed iniziano a prendere qualche metro di vantaggio sulle vetture tedesche.

Sebastian Vettel, seguito dal compagno di squadra Kimi Raikkonen, trova immediamatemte un buon passo gara ed il vantaggio aumenta costantemente. La rossa e le coperture super soft sembrano essere a loro perfetto agio sul tracciato dell’Albert Park. Nico Rosberg cerca di mantenere il passo delle rosse, mentre Lewis Hamilton, complice una partenza non delle migliori, finisce nelle retrovie.

Tutto come da programma fino a quando Fernando Alonso, valutando forse male la distanza di frenata, tampona violentemente la monospoto di Esteban Gutierrez, volando letternalmente fuori pista. Un incidente spaventoso che, fortunatamente per il pilota asturiano, non ha conseguenze fisiche. Bandiera rossa e tutto da rifare. Le monoposto vengono accompagnate in Pit Lane dalla Safety Car.
Ed è qui che la gara cambia totalmente aspetto. Cambio di strategie per le due frecce d’argento che approfittano dello stop per cambiare gli pneumatici: gomma con la riga bianca per entrambe le Mercedes; chiaramente vogliono portare a termine la gara senza più fermarsi. Le due Rosse di Maranello rimangono con le supersoft.

Si ricomincia, Sebastian Vettel, complice la mescola morbida riprende agevolmente il largo, mentre Kimi Raikkonen fa un pò di fatica fino a rientrare definitivamente ai box per un problema tecnico. Al successivo Pit Stop Sebastian Vettel monta le soft ma ha anche un problema con l’anteriore sinistra che non vuole saperne di uscire con conseguente perdita di ben 3 secondi, ma con una grande rimonta arriva alle spalle di Lewis Hamilton.

Nulla da fare, la la strategia Mercedes si rivela perfetta per la situazione venutasi a creare e la gara si chiude con la prima doppietta del 2016. Nico Rosberg vince la gara, seguito dal compagno di squadra Lewis Hamilton, terzo Sebastian Vettel.

La Scuderia Ferrari è stata grande protagonista nel Gran Premio d’Australia. Al via Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno scavalcato le due Mercedes in prima fila portandosi al comando della corsa. La gara è stata però interrotta dopo diciotto giri con l’esposizione della bandiera rossa a causa di un violento incidente che ha visto protagonisti coinvolto Fernando Alonso ed Esteban Gutierrez. La sospensione ha azzerato il vantaggio che Vettel aveva acquisito su Rosberg e stravolto le strategie di gara, e consentendo a Nico Rosberg e Lewis Hamilton di portarsi al comando della corsa. Raikkonen è stato successivamente costretto al ritiro al termine del ventunesimo giro a causa di un problema tecnico, mentre Vettel ha iniziato una lunga rincorsa al tandem Mercedes che gli ha consentito di guadagnare terreno concludendo la sua corsa alle spalle delle due monoposto tedesche.

 
Maurizio Arrivabene: ”Abbiamo fatto una buona prima parte di gara, poi c’è stata la bandiera rossa, ma non dobbiamo prenderla come una scusa. Questo ci insegna che i conti si fanno alla fine. Quanto è successo oggi deve servirci come lezione per fare ancora meglio, ad iniziare dal Bahrain, con ancora più umiltà e determinazione.”

 
Sebastian Vettel: “Certamente è stata una gran bella partenza: ero molto felice di essere scattato meglio delle due macchine davanti a me, mi ha ricordato lo scorso anno in Ungheria. E’ stato bello vedere Kimi fare lo stesso, perché dopo essere passati in prima e seconda posizione, da lì abbiamo dettato il passo. La bandiera rossa non ci ha aiutato, ma ad essere onesti la cosa più importante in quel momento era che Fernando ed Esteban stessero bene. Fermare la gara è stata la decisione giusta. Quando sono passato in quel punto ho visto i detriti in pista. Naturalmente le aspettative sono più alte, dopo una stagione già buona come quella passata c’è la voglia di colmare il divario. Ieri eravamo un po’ più lontani, oggi ci siamo avvicinati. Nel complesso è stata una grande gara, ho dato il massimo fino alla fine, e non volevo finire fuori pista, ma poi ho fatto il tosaerba. Così non dovrò farlo la prossima settimana quando sarò a casa! Certo però che oggi avremmo voluto un risultato migliore.”

 
Kimi Raikkonen: “Oggi nella prima parte di gara siamo andati molto bene, ma a un certo punto ho perso potenza e sono stato costretto a ritirarmi. Non so esattamente cosa sia successo, non credo che il problema fosse legato al motore, perché era ancora acceso. Deve trattarsi di qualcos’altro. E’ un vero peccato, per tutta la squadra. Dopo i test invernali ci eravamo fatti l’idea di essere a un buon punto, ieri era stata una giornata strana, con condizioni e circostanze particolari, quindi sapevamo che le differenze di tempo in qualifica non erano reali. La mia macchina si è comportata bene, era veloce e avevo un buon feeling, ma ovviamente dobbiamo finire le gare. C’è ancora del lavoro da fare.”

 

Rispondi