Felice Monteleone – FMPhotoSport World Formula1 News

Scuderia Ferrari GP del Bahrain – Domenica, 19 aprile 2015

 

Gara da incorniciare per il pilota Finlandese della Scuderia Ferrari che recupera 19 secondi al pilota Tedesco Nico Rosberg

 

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen

 

Per Kimi Raikkonen questo è il primo podio dal suo ritorno in Ferrari. In gara ha recuperato 19 secondi su Rosberg. Per la Scuderia questo è il podio 684. Oggi la squadra consolida il secondo posto nel Mondiale Costruttori a quota 107 punti.

Maurizio Arrivabene: “Sono davvero felice per Kimi, oggi posso dire ufficialmente che è “tornato”. Ha dimostrato di essere un animale da gara, forse se avesse avuto qualche giro in più… E sono felice per la squadra, perché ha fatto un bel lavoro. Sebastian oggi ha commesso un paio di errori, uno dei quali all’inizio, che ci hanno obbligato a modificare la nostra strategia nel suo caso, mentre con Kimi abbiamo seguito i piani. Lui a un certo punto non era del tutto convinto, ma ha dimostrato grande disciplina nel seguire le indicazioni del box. Quanto a Seb, è vero che ha sbagliato, altrimenti avremmo avuto due piloti sul podio, ma in fondo siamo esseri umani. E’ un pilota fantastico e non dimentichiamo quello che ha fatto finora. Voglio ringraziare tutte le persone che a Maranello sono state capaci di lavorare non solo sullo sviluppo del motore, ma su ogni singola parte della vettura, realizzando in tre mesi quello che normalmente ne avrebbe richiesti sei. Non posso sapere se raggiungeremo le Mercedes, ma certamente mi piace l’idea di poter mettere loro pressione. Oggi eravamo consapevoli del divario fra noi e loro e per questo motivo abbiamo scelto una strategia aggressiva, ma va detto che rispetto alle prove sulla durata del venerdì, dove eravamo andati molto bene, oggi la temperatura era molto più bassa e abbiamo dovuto adattarci di conseguenza”.

Kimi Raikkonen: “Dopo un anno difficile come quello passato, e dopo un inizio di stagione non proprio fortunato, è bellissimo tornare sul podio. Non riesco a esprimere come mi sento… E’ fantastico essere tornati ad un grande risultato, anche se io vorrei essere sempre primo. In gara ho fatto un’ottima partenza, sono riuscito a sorpassare Nico, ma poi lui si è ripreso la posizione e in quel momento ho perso un po’ di tempo. La nostra strategia è stata perfetta, sia nella scelta delle soste che in quella delle gomme. La macchina mi piaceva, siamo riusciti a tenere un buon ritmo per tutta la gara. Negli ultimi giri mi stavo avvicinando alla testa, riuscivo a vedere Hamilton, ma ormai eravamo alla fine e per tentare qualcosa sarebbero serviti altri giri. Penso che siamo ancora un po’ indietro rispetto alle Mercedes, ma in alcuni circuiti e in determinate condizioni possiamo essere davvero competitivi, specialmente in configurazione gara. Oggi abbiamo fatto il massimo e possiamo essere contenti del risultato. Abbiamo dato il meglio e portato a casa punti importanti per la squadra. Dobbiamo migliorare passo dopo passo, continuando a lavorare nella stessa direzione e sulle stesse cose. Sono sicuro che ce la faremo.Oggi è stata una giornata positiva, anche se sono un po’ deluso per la quarta posizione, perché il nostro obiettivo è stare davanti. Il mio ultimo giro di qualifica è andato piuttosto bene; è vero che ho commesso un piccolo errore allargando troppo la traiettoria in una curva, ma non mi è costato molto come tempo sul giro. Il fatto è che eravamo tutti molto vicini e in pista l’aderenza era maggiore di quanto mi sarei aspettato. Probabilmente avrei potuto osare un pò di più, ma non ero sicuro di poterlo fare. Oggi la macchina andava bene; il piazzamento in griglia non è ideale, ma è un buon punto di partenza per la gara. Domani cercheremo di scattare bene al via e continuare con un buon primo giro. Sarebbe un grosso vantaggio riuscire a scavalcare subito Rosberg. Come sempre daremo il massimo”.

Sebastian Vettel: “Non credo proprio che fosse la mia giornata. Non sono riuscito a trovare il ritmo e ho perso posizioni nei momenti che contavano di più per il risultato. In generale avevo qualche problema con il retrotreno, che mi penalizzava in uscita di curva. Così non sono riuscito a resistere all’attacco di Nico e a passare Valtteri in rettilineo con il DRS. Verso la fine della gara non riuscivo a passare la Williams con cui ero in lotta. Nei momenti chiave, mi sono sempre trovato bloccato nel traffico, e così ho rovinato le gomme. Nel complesso, però, penso sia stato un altro fine settimana positivo. Peccato aver danneggiato l’ala anteriore ed essere dovuto rientrare ai box per cambiare il musetto. Altrimenti penso proprio che il quarto posto, o persino il terzo, sarebbero stati assicurati. Comunque è andata così… Stavo cercando di spingere al massimo e correndo dietro ad un’altra monoposto si perde molta deportanza. A pensarci adesso, probabilmente ne stavo perdendo anche più di quanto mi aspettassi. Ho osato un po’ troppo e sono andato largo. D’altra parte, però, sono molto contento per Kimi. E’ bello che sia riuscito a passare Nico Rosberg a fine gara. Per la squadra è un grande risultato. “Alla fine per noi è un grande risultato essere riusciti a separare le Mercedes sullo schieramento. Ancora una volta sembriamo esserci avvicinati, ma del resto in questo week end tutti sembrano più vicini nei tempi. Speriamo di fare un altro passo avanti domani. All’inizio della qualifica non ero pienamente soddisfatto, ma poi le cose sono andate via via migliorando. L’ultimo giro è stato molto importante e siamo riusciti ad azzeccare tutto. Ora non sono in grado di dire se domani possiamo vincere le gara. Non dimentichiamo che siamo solo al quarto Gran Premio della stagione: finora siamo molto contenti della nostra competitività. Procederemo un passo alla volta e cercheremo di fare la miglior gara possibile. E se questo
significa mettere le Mercedes sotto pressione, lo faremo. In generale dobbiamo pensare soprattutto a noi stessi: se c’è la possibilità di attaccarli ci proveremo”.

 

Rispondi