Felice Monteleone – FMPhotoSport Formula1 News

Scuderia Ferrari, GP del Bahrain Race Report

Kimi Raikkonen sale sul podio di Sakhir, domenica amara per Sebestian

 

Kimi Raikkonen | Courtesy of SCUDERIA FERRARI
Kimi Raikkonen | Courtesy of SCUDERIA FERRARI

 
Sakhir, 3 Aprile – La Scuderia Ferrari ha concluso il Gran Premio del Bahrain conquistando la seconda posizione finale con Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese ha replicato la brillante gara del 2015, conquistando la piazza d’onore al termine di una corsa molto intensa. Amara la domenica di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco è stato costretto al ritiro nel corso del giro di ricognizione a causa di un problema tecnico che lo ha costretto ad accostare la sua monoposto a bordo pista dopo poche curve. Il successo è andato alla Mercedes di Nico Rosberg.

 
Kimi Raikkonen: “La partenza non è stata ideale, ma per fortuna non abbiamo perso troppe posizioni al primo giro. Ho cercato subito di recuperare e sono riuscito a superare alcune macchine. I nostri pit-stop sono andati bene e abbiamo fatto le scelte giuste per le gomme, e anche il ritmo era piuttosto buono. Alla fine siamo riusciti ad avvicinarci un po’ alla Mercedes davanti, ma mai abbastanza da provare ad attaccare Nico. Considerando quello che è successo nel primo giro è un buon risultato: non è ancora quello che vogliamo, ma continueremo a lavorare e migliorare. Stiamo andando nella giusta direzione, ma ovviamente non è l’ideale per il team finire la gara con una sola macchina. In questo sport si spinge sempre al limite e a volte le cose possono andare male, questo non è ciò che vogliamo ma fa parte delle corse. Sappiamo di avere una buona macchina, ma ci sono alcune cose da migliorare e c’è ancora lavoro da fare.”

 
Sebastian Vettel: “Oggi ho fatto una gara davvero molto corta, non ho neppure sudato… Qualcosa si è rotto, ho visto tanto fumo da dietro e ho sentito che perdevo potenza, per questo abbiamo deciso di fermare la macchina. Di sicuro è frustrante, perché alla fine io sono qui per correre. Il problema è arrivato a sorpresa, sia per me che per tutta la squadra, mentre mi stavo avvicinando alla curva 11. Ora abbiamo bisogno di capire esattamente qual è stato il problema e imparare da quel che è accaduto. Non è l’ideale e non possiamo esserne orgogliosi, ma ci siamo preparati bene durante l’inverno, stiamo lavorando duramente e sappiamo che possiamo ancora migliorare. Ci sono ancora molte gare davanti a noi, questo sarà un lungo anno e anche se oggi non è andata bene perchè non sono riuscito a segnare punti, faremo in modo che la prossima gara vada meglio. Congratulazioni a Kimi. E’ stato importante che durante la gara abbia avuto il supporto di entrambi i lati del box.”

 

Rispondi