MotoGP: Bautista conquista una fantastica prima fila in Qatar
Moto2: Simeon ad un passo dalla seconda fila a Losail. Baldassarri 23° al debutto in qualifica
Moto3: Antonelli scatta dalla terza file. Prima qualifica promettente per Bastianini

 

MotoGP:

Alvaro Bautista - MotoGP GO&FUN Team
Alvaro Bautista – MotoGP GO&FUN Team

 

Alvaro Bautista è stato protagonista di un’eccezionale prestazione nelle qualifiche del Gran Premio del Qatar, disputate questa notte sul circuito di Losail, conquistando la seconda posizione sullo schieramento di partenza a soli 57 millesimi di secondo dalla pole position, conquistata dal campione del mondo in carica Marc Marquez.

Bautista è balzato al comando nelle fasi finali di una vivace Qualifica 2 con il tempo di 1’54”564, poi battuto allo scadere della sessione da Marquez. Il pilota del Team GO&FUN Honda Gresini scatterà quindi dalla prima fila domani notte nel Gran Premio inaugurale della stagione: un segnale estremamente positivo che conferma l’ottimo lavoro svolto durante le prove libere e che conferma la competività del pacchetto tecnico a disposizione del pilota spagnolo.

Il suo compagno di squadra, Scott Redding, alle prese con la prima qualifica in MotoGP, partirà domani dalla sedicesima posizione. L’inglese è stato purtroppo rallentato da uno sfortunato inconveniente: un sasso ha infatti danneggiato il sensore di velocità della ruota anteriore sulla sua moto n.1, causando improvvisi tagli di potenza. Salito sulla seconda RCV1000R a sua disposizione, Scott ha avuto a disposizione un solo tentativo, nel quale ha comunque siglato un promettente 1’56”555, a poco più di sei decimi dalla migliore delle Honda in configurazione ‘Open’.

ALVARO BAUTISTA (2° – 1’54″564)
“Per me questa seconda posizione è come una pole position, perché in questo circuito ho sempre sofferto in passato. Nel corso di questo weekend mi sono invece sempre sentito a mio agio in sella, rimanendo sempre nelle prime posizioni in ogni sessione di prove: questo significa che abbiamo lavorato molto bene nei test invernali. Peccato soltanto aver perso la pole position per così poco: Marquez è stato bravo nel finale a superarci. Domani mi aspetto una gara molto dura, ma sicuramente interessante, perché ci sono molti piloti che possono vantare lo stesso ritmo. A maggior ragione, è importante poter partire dalla prima fila. Spero di continuare a divertirmi come fatto finora: proverò a lottare con il gruppo dei migliori cercando di conquistare il podio. Non sarà facile, ma ci proveremo!”.

SCOTT REDDING (16° – 1’56″555)
“Sono soddisfatto per quanto riguarda i miglioramenti mostrati oggi, anche se purtroppo sono stato rallentato da un problema all’elettronica proprio mentre ero impegnato nella sessione di qualifica. Quando sono entrato in pista ho avvertito qualcosa che non andava: il motore tagliava continuamente potenza, perciò sono rientrato ai box per cercare di risolvere il problema, che però è rimasto anche nella mia seconda uscita. A quel punto sono salito sulla seconda moto, con la quale ho siglato il mio giro più veloce, ma purtroppo ho avuto una sola occasione perché ormai era rimasto poco tempo. Sono contento anche perché mi sono trovato ancora meglio con la moto n.2, che riutilizzerò domattina nel warm up, durante il quale cercheremo anche di capire quale gomma utilizzare per la gara. Sarebbe bello prendere qualche punto domani”.

FAUSTO GRESINI
“Alvaro ha fatto un tempo sorprendente ed è giustamente raggiante. Finora è stato molto bello tutto il weekend: siamo sempre stati molto competitivi, chiudendo le prove con delle ottime qualifiche. Purtroppo abbiamo mancato la pole position per pochissimo, ma siamo contenti perché abbiamo lottato con Marquez, che è comunque il campione del mondo in carica. In più, ottenere un risultato del genere su una pista dove non eravamo mai stati particolarmente incisivi ci rende ancora più felici: significa che abbiamo lavorato molto bene durante i test invernali raggiungendo un ottimo livello. Mi dispiace molto per Scott, che ha avuto sfortuna proprio nel momento più importante: un sassolino ha colpito il sensore della velocità della ruota anteriore, causando un problema all’erogazione della potenza. Ha dovuto cambiare moto e di fatto ha potuto completare soltanto un giro veloce, comunque molto buono se si considerano le circostanze in cui è stato ottenuto”.

 

Moto2:

Xavier Simeon
Xavier Simeon

 

In sella alla Suter del Team Federal Oil Gresini Moto2, Xavier Siméon ha concluso positivamente le prime qualifiche della stagione con il settimo tempo in 2’01”696, mancando la seconda fila dello schieramento per pochi millesimi di secondo. In una sessione di prove con distacchi come sempre molto ridotti, con i primi 13 piloti racchiusi in un secondo, il pilota belga ha comunque messo nuovamente in mostra un ottimo passo, simile ai piloti che domani partiranno immediatamente davanti a lui sullo schieramento.

Lorenzo Baldassarri prenderà parte al suo primo Gran Premio in Moto2 partendo dalla 23. posizione sullo schieramento: una prestazione promettente per il debuttante marchigiano, che ha rimediato un distacco di 1”3 dalla pole position nonostante un errore nel suo giro più veloce in sella alla Suter del Team Gresini Moto2.

XAVIER SIMEON (7° – 2’00″696)
“E’ stata una qualifica positiva, anche se sinceramente sarei voluto rimanere nelle prime due file: ci è mancato veramente poco. Oggi era importante riuscire a prendere delle scie sul lungo rettilineo, ma io non ne ho avuto occasione e sappiamo bene come uno o due decimi di secondo facciano la differenza in questa categoria. In ogni caso, abbiamo un buon passo per la gara: abbiamo fatto un buon lavoro con la moto, facendo veramente poche modifiche dai test invernali e ciò significa che la base è molto buona. Domani daremo il massimo per lottare con i migliori”.

LORENZO BALDASSARRI (23° – 2’01″431)
“Tutto sommato è stata una qualifica positiva, anche se oggi mi è mancata un po’ di costanza. Difatti, durante il mio giro più veloce sono incappato in un ‘lungo’ che mi ha fatto perdere tempo prezioso. Avrei quindi potuto ottenere un tempo più basso, ma va bene così”.

FAUSTO GRESINI
“Peccato per la seconda fila, mancata veramente per un pelo da Siméon: in Moto2 partire il più avanti possibile è molto importante per potersela giocare con i migliori durante i primi giri. In ogni caso, a parte Rabat che è veramente veloce, abbiamo un passo simile a tutti gli altri piloti del gruppo di testa, per cui domani in gara potremo sicuramente giocarci una posizione importante. Anche Baldassarri si è comportato bene: poteva fare meglio e per questo motivo a fine turno era un po’ contrariato, ma è normale: è un giovane con tanta determinazione e voglia di fare, ora dovrà soltanto stare tranquillo e portare al termine nel modo migliore la sua prima esperienza in questa categoria”.

 

 

Moto3:

Niccolo Antonelli - Junior Team GO&FUN
Niccolo Antonelli – Junior Team GO&FUN

 

Niccolò Antonelli partirà dalla terza fila in sella alla KTM dello Junior Team GO&FUN Moto3 nel Gran Premio del Qatar, in programma domani sera sul circuito di Losail: il diciottenne riminese ha infatti ottenuto il nono tempo in 2’07”205 nei 40 minuti delle prime qualifiche della stagione, disputate su un tracciato reso insidioso dalla pioggia caduta al mattino e dal forte vento. Quest’ultimo ha ostacolato in particolare Antonelli, che ha ottenuto il proprio miglior tempo senza sfruttare le scie degli altri piloti. Anche per questo motivo, nonostante una qualifica sotto le aspettative, Niccolò rimane ottimista in vista della gara.

Il suo compagno di squadra, Enea Bastianini, ha concluso le sue prime qualifiche nel Campionato del Mondo Moto3 in 21. posizione con il tempo di 2’08”255: il giovanissimo riminese, rallentato dal traffico nel suo ultimo tentativo, non è perciò stato in grado di ripetere il crono siglato nelle libere, iniziando comunque in maniera promettente la fase più “calda” del weekend di gara.

NICCOLO’ ANTONELLI (9° – 2’07″205)
“Rispetto a ieri abbiamo apportato una modifica importante sulla moto, che sembra fuzionare: il tempo ottenuto oggi non lo dimostra, ma la verità è che c’era tantissimo vento, difatti come me molti altri piloti hanno faticato di più rispetto a ieri. Ho fatto il mio miglior tempo da solo, senza scie, di conseguenza in rettilineo perdevamo terreno a causa del forte vento, anche se nelle curve ero veloce, e questa è la cosa più importante. Rimango quindi fiducioso per la gara, anche se non partiremo molto avanti: sarà fondamentale fare una buona partenza, dopodiché staremo a vedere che ritmo riusciranno a tenere gli altri piloti”.

ENEA BASTIANINI (21° – 2’08″255)
“Non sono molto contento, perché non sono mai riuscito a fare un giro pulito: nel mio ultimo tentativo sentivo di poter fare bene, ma purtroppo un altro pilota mi ha superato facendomi perdere del tempo. Peccato, avrei potuto fare almeno il tempo siglato durante le libere, ma non sono riuscito a sfruttare l’occasione. Domani, in gara, la situazione sarà differente: proverò a conquistare qualche punto, anche se partendo 21° non sarà facile”.

FAUSTO GRESINI
“Non sono state qualifiche facili: siamo in terza fila con Niccolò e francamente speravamo di fare meglio. Paghiamo un discreto gap dai primi, anche se in realtà Antonelli non ha sfruttato le scie e il forte vento lo ha condizionato. Rimaniamo perciò fiduciosi per la gara, dove spero che la situazione cambi, perché ad essere sinceri finora abbiamo sofferto un po’ di più rispetto agli altri. Enea alla fine delle qualifiche era un po’ contrariato perché è stato ostacolato, ma del resto questo è un campionato del mondo e la situazione è differente rispetto alle gare a cui era abituato: anche questi episodi servono per fare esperienza. Comunque mi fa piacere che fosse arrabbiato, perché significa che è molto determinato”.

 

 

Rispondi