Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News

Athinà Forward Racing MotoGP Team, 29 Luglio 2015

 

Stefan Bradl rescinde il contratto con Forward Racing

 

Stefan Bradl
Stefan Bradl

 

29 luglio 2015 – Stefan Bradl ha rescisso il contratto che lo legava al team Forward per questa stagione. Aprilia o Pramac, ora, nel suo futuro in MotoGP.

 

Non sarà un’estate da ricordare quella di Stefan Bradl. Il pilota tedesco, fratturatosi lo scafoide il mese scorso al TT di Assen, aveva dovuto saltare la gara di casa del Sachsenring, due settimane fa, per il mancato recupero dall’infortunio. Dopo la tappa tedesca, il suo team, il Forward Racing, ha dovuto far fronte all’arresto di Giovanni Cuzari, CEO della squadra, per corruzione e riciclaggio di denaro. Le accuse hanno spinto parecchi sponsor della squadra, come Athinà (name partner della squadra), a rescindere i propri contratti, mettendo in dubbio il proseguimento del programma sportivo del team. Vista l’incertezza che attualmente regna sulla squadra, che ha rinunciato al GP di Indianapolis del prossimo 9 agosto, Bradl ha deciso di rescindere il contratto che lo legava al team italiano.

 

Il tedesco, che nei giorni scorsi ha avuto il via libera per tornare alle gare, non ha, nei suoi piani, l’intenzione di restare a piedi fino a fine campionato. “Vorrei tornare su una MotoGP il prima possibile” – ha ammesso a speedweek.com. “Per Indianapolis sarò al 95-100% della forma. Posso fare le flessioni, anche se non ancora perfettamente. Ma sarò pronto prima delle libere di venerdì prossimo ad Indianapolis”.

 

Il campione del Mondo Moto2 del 2011, ultimo pilota ad aver battuto Marc Márquez prima che lo spagnolo vincesse 3 mondiali negli ultimi 3 anni, con la rescissione diventa uno dei protagonisti del mercato in ottica 2016. Il tedesco potrebbe finire, già per i prossimi appuntamenti, all’Aprilia, dopo l’accostamento alla casa di Noale dei mesi scorsi. Aprilia è alla ricerca di un pilota visto l’addio di Marco Melandri avvenuto pochi giorni prima del Sachsenring, dove il ravennate era stato sostituito dal tester Michael Laverty. Anche il team Pramac Racing di Francesco Guidotti, però, sembra interessato al tedesco. Guidotti, infatti, ha ammesso come “Bradl sia un’opzione per il 2016″, sebbene attualmente abbia sotto contratto Danilo Petrucci e Yonny Hernandez. Sempre speedweek.com rivela che a Pramac siano stati offerti anche altri piloti, come Pol Espargaró, Smith, Crutchlow e l’attuale leader della Moto2 Zarco.

 

Per Forward, invece, tutto resta avvolto nel mistero. Se il team dovesse riuscire a tornare alle gare, allora il posto di Bradl potrebbe essere preso da Claudio Corti, già sostituto del tedesco, accanto a Loris Baz, nella gara del Sachsenring.

 

FormulaPassion.it

Rispondi