Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News
GP di Assen

20 giugno 2014

 

Al via il weekend di Assen, l’università del motociclismo.
Come da tradizione su questo circuito si corre il sabato, ma già da questa mattina i piloti della MotoGP sono scesi in pista per le prime due sessioni di prove libere, per cercare i setup migliori.
A dettare il passo è il giovanissimo pilota del team NGM FORWARD RACING, che con lo spettacolare crono di 1’33.653 si aggiudica il gradino più alto del podio virtuale, permettendogli di stabilire anche il nuovo record del circuito fino ad ora detenuto dal pilota australiano Casey Stoner con il tempo di 1’33.713 (nel 2012).

 

Le parole di Aleix

“Non pensavo di essere così veloce sin dal primo giorno. Assen è il mio circuito preferito ed è una grande soddisfazione firmare il nuovo “giro veloce” del circuito proprio su questa pista. Sono contento perché abbiamo un buon ritmo sia con la gomma morbida che con la dura e domani continueremo a lavorare con la gomma morbida, che potrebbe essere un’opzione per la gara. Il nostro obiettivo domani è conquistare la prima fila e continuare a lavorare bene in funzione della gara”.

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro

Nella prima sessione di prove libere, il miglior tempo rimane sempre “in famiglia”; è infatti Polyccio Espargarò (Yamaha Monster Tech3) a segnare la migliore prestazione con il tempo di 1’34.530.

A completare il podio virtuale, i due piloti Repsol Honda; Marc Marquez segue Aleix con un distacco di 0.211, e Dani Pedrosa a 0.416.
Anche se virtuale, ancora un podio tutto Spagnolo.

Dani Pedrosa e Marc Marquez
Dani Pedrosa e Marc Marquez

 

Sarà anche uscità dal Mondiale di Calcio del Brasile, ma la Spagna è sicuramente la regina ed il futuro della MotoGP; Jorge Lorenzo porta infatti la sua Yamaha M1 Moviestar sulla quarta casella con il tempo di 1’34.148.

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo

 

Segue un ottimo Andrea Iannone; la sua è la prima delle Ducati; prima sessione poco produttiva per il pilota abruzzese che ha avto difficoltà con i settaggi della sua Desmosedici; la risposta positiva arriva nel pomeriggio, dove la sua Ducati guadagna la quinta posizione.

Settima piazza per il pilota di Tavullia. Valentino Rossi chiude la giornata con un distacco di 0.633 dalla vetta. Il Dottore è comunque soddisfatto dei miglioramenti della sua M1, il che fa ben sperare per le qualifiche; “l’obiettivo è migliorare ulteriormente la moto per arrivare tra i primi cinque”, queste le parole di Valentino che nelle due sessioni di libere di oggi ha avuto qualche difficoltà con il posteriore; ” Dobbiamo lavorare molto perché dopo tre o quattro giri la parte posteriore inizia a muoversi molto e dobbiamo abbasare il ritmo”.

Valentino Rossi
Valentino Rossi

 

Il Team GO&FUN Honda Gresini è stato protagonista oggi di una prima giornata di prove positiva. Entrambi i piloti, Alvaro Bautista e Scott Redding, hanno infatti riscontrato un buon feeling in sella alle rispettive moto durante le prime due sessioni di prove libere.
L’undicesima posizione di Alvaro Bautista nella classifica combinata dei tempi in realtà non rispecchia del tutto la situazione del pilota spagnolo, che ha indidivuato miglioramenti incoraggianti rispetto agli ultimi due Gran Premi, ma è stato rallentato dal traffico, che non gli ha permesso di completare un giro ‘pulito’: lo testimonia il suo ideal time, somma dei suoi migliori tempi nei settori del tracciato, che è di oltre tre decimi più rapido del crono di 1’34”466 segnato nel pomeriggio.
Subito dietro a Bautista ha chiuso in dodicesima posizione Scott Redding, confermatosi il più veloce in sella alla sua RCV1000R con il tempo di 1’35”445, oltre 3 decimi di secondo più veloce della più vicina tra le altre tre Honda in configurazione Open.

Alvaro Bautista e Scott Redding
Alvaro Bautista e Scott Redding

 

Domani la qualifiche ufficiali

Felice Monteleone – FMPhotoSport MotoGP News

Photo by: Felice Monteleone
All the photos are properties of FMPhotoSport.

 

Rispondi