Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo

Gara particolare quella di Misano Adriatico, che anche prima della partenza regala forti emozioni. Daniel Pedrosa che scatta dalla Pole accusa qualche problema tecnico ed è costretto a schierarsi a fine griglia. Allo start è il maiorchino Jorge Lorenzo a prendere la testa della gara, posizione che manterrà “facilmente” fino alla fine dei 27 giri in programma. Il suo diretto antagonista Daniel Pedrosa, dopo poche curve viene toccato da Hector Barbera finendo nella ghiaia della Quercia (una delle curve del circuito) la sua rincorsa al leader della classifica iridata. Dopo qualche giro è anche il turno dell’Inglese Cal Crutchlow, che abbandona la gara per una caduta

Ma non finisce qui. Un telaio leggermente rinnovato e nuovi accorgimenti tecnici, portano la Ducati DesmoSedici ed il suo cavaliere Valentino Rossi sul secondo gradino del podio. Per parecchi giri dopo il via, il pilota di Tavullia è stato tallonato dal Tedesco Stefan Bradl che però ha visto vanificarsi tutti i suoi tentativi di attacco, cedendo la terza piazza al pilota Spagnolo del Team Gresini Alvaro Bautista che nel frattempo si era sbarazzato anche di Andrea Dovizioso;

 

Valentino Rossi
Valentino Rossi

 

Dopo questa vittoria Jorge Lorenzo porta a 38 punti il vantaggio sul suo diretto inseguitore Daniel Pedrosa. A sole cinque gare dalla fine del campionato, la lotta al titolo iridato rimane aperta e sicuramente le sorprese non mancheranno.

GP APEROL DI SAN MARINO E RIVERA DI RIMINI
Classifica dopo 27 giri:

1° Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – 42’49.836
2° Valentino Rossi – Ducati Team – 42’54.234 + 4.398
3° Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – 42’55.891 + 6.055

Marco Simoncelli sarà sicuramente felice di vedere sul podio del circuito a lui intitolato, il suo idolo ed amico, e la moto con la quale ci ha regalato tantissime emozioni.
Ciao SuperSIC…….

 

ARTICOLO E FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.