Felice Monteleone – FMPhotoSport World SuperBike News

 

La due giorni di test ufficiali al Phillip Island Grand Prix Circuit si è chiusa oggi con il miglior tempo di Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki), abile a sfruttare al meglio la gomma morbida nella sessione della mattinata, fermando i cronometri sul 1’30.859.

 

Alex Lowes
Alex Lowes

 

L’ex campione del BSB ha preceduto il neo-pilota KRT Jonathan Rea, risalito fino al secondo posto nel finale del secondo turno, chiudendo a soli 21 millesimi dalla vetta. Terzo posto per il sempre più sorprendente Jordi Torres (Aprilia Racing Team – Red Devils) il quale, così come il pilota piazzatosi alle sue spalle, Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) è stato protagonista di una scivolata nel corso del turno, fortunatamente senza conseguenze.

Torres e Sykes non sono stati gli unici a finire nella ghiaia: anche Leandro Mercado (Barni Racing Team Ducati), Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia) e Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike) hanno perso il controllo delle rispettive moto, con il solo argentino, vincitore della passata edizione della Coppa FIM Superstock 1000, a subire qualche danno. Le condizioni di Mercado verranno appurate nuovamente giovedì mattina (sospetta frattura del quinto metacarpo sinistro).

Randy de Puniet (Voltcom Crescent Suzuki) è tornato in pista nonostante la contusione all’osso sacro rimediato nella giornata di ieri, a seguito di un brutto highside di cui è stato protagonista nella prima sessione. Il francese è montato in sella alla sua GSX-R per avere un’idea più chiara delle sue condizioni, non riuscendo però a portare avanti il lavoro di test.

Nonostante i piloti siano ancora in cerca della migliore messa a punto, i tempi sul giro hanno mostrato un grande equilibrio tra le varie moto e squadre, con i primi nove classificati racchiusi in poco meno di un secondo. Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils) ha chiuso al quinto posto, davanti a Chaz Davies (Ducati Superbike Team), David Salom (Team Pedercini Kawasaki), Nico Terol (Althea Racing Team) e Michael van der Mark (Pata Honda World Superbike). Ottimo undicesimo tempo per Niccolò Canepa, a un secondo e due dal miglior tempo in sella alla 1190RX del Team Hero EBR.

 

Rispondi