Felice Monteleone – FMPhotoSport World SuperBike News

World Superbike Laguna Seca Round – mercoledì, 15 luglio 2015

 

Laguna Seca nella storia del Mondiale Superbike

 

Colin Edwards (USA) leading the way on Bayliss (AUS) aboard his 'Stars and Stripes' Honda VTR (2002)
Colin Edwards (USA) leading the way on Bayliss (AUS) aboard his ‘Stars and Stripes’ Honda VTR (2002)

 

La prima apparizione di Laguna Seca nel calendario del Mondiale SBK fu esattamente vent’anni fa, nel 1995, l’anno del dominio di Carl Fogarty, il cui cammino per il titolo fu molto simile a quello che sta percorrendo il suo connazionale Jonathan Rea nel corso di questa stagione.

Si comprese da subito che l’unicità di questo tracciato, unita all’esperienza dei singoli ed alla forza delle wild card, faceva di Laguna Seca un capitolo speciale del Campionato: ad imporsi nella prima gara del 1995 fu l’australiano Anthony Gobert, mentre il leader della classifica, Fogarty, dovette accontentarsi della quinta piazza, con un distacco al traguardo di 25 secondi, lamentando problemi d’assetto. In gara 2 vinse Troy Corser, restituendo il favore a Gobert, che finì alle sue spalle, mentre Fogarty dovette di nuovo alzare bandiera bianca, finendo ad oltre mezzo minuto, in settima posizione.

Nei due anni successivi, 1996 e 1997, ci furono pochi rivali per John Kocinski, che vinse tre gare su quattro, mancando l’en-plein solo perché rimase a secco in gara 1 nel 1996 all’ultimo giro, quando stava andando a vincere.

Quando Kocinski lasciò il Mondiale SBK, nel 1998, fu di nuovo il turno di Corser, che vinse una gara 1 caratterizzata da molti colpi di scena, mentre in gara 2 Noriyuki Haga riuscì a negargli la doppietta, passandolo a due giri dalla fine.

Nel 1999 Corser fu ancora protagonista in qualifica, mettendo a segno la sua terza pole qui: un record che tuttora resiste. In gara Corser non riuscì a contrastare gli specialisti del campionato statunitense del team Vance & Hines Ducati: Anthony Gobert vinse in gara 1 e Ben Bostrom in gara 2 colse il suo primo successo WorldSBK.

L’edizione del 2000 fu una ripetizione di quella del 1998, con una vittoria ciascuno per Haga e Corser, mentre nel 2001 fu un assolo per Ben Bostrom, che mise a segno pole e doppietta: l’americano ha conquistato 3 dei suoi 7 successi in carriera su questo tracciato.

Il 2002 fu per antonomasia l’anno del duello Bayliss-Edwards, che anche qui imposero la propria legge, spartendosi le vittorie.

Bisogna attendere il 2003 per vedere sul gradino più alto del podio un pilota europeo a Laguna Seca: l’onore spettò a Frankie Chili, che vinse in gara 1, anche grazie ad una caduta di Ruben Xaus, alla disperata ricerca di punti per contrastare il suo compagno di team, Hodgson, in fuga verso l’iride. Xaus si rifece in gara 2, anticipando al traguardo proprio Hodgson.

Nel 2004 Chris Vermeulen mostrò un feeling particolare con questo circuito: con la sua Honda fu in grado di vincere in gara 1 davanti a sei Ducati ed in gara 2 davanti a ben 7 moto di Borgo Panigale, capitanate dalle ufficiali di James Toseland (che finì a meno di un secondo da lui al traguardo) e Regis Laconi.

A questo punto il mondiale Superbike si prese una pausa da Laguna Seca, ritornandovi nel 2013. Sykes ottenne la prima vittoria inglese qui e Eugene Laverty negò il successo a Davide Giugliano in gara 2 per soli 0.112 secondi.

L’anno scorso Melandri vinse in gara 1 davanti al compagno di squadra Guintoli e Sykes si impose in gara 2 con un secondo di vantaggio sul suddetto Guintoli.

 

Altre statistiche:

– Nell’anno del proprio Titolo di Campione del Mondo, i seguenti piloti hanno vinto su questo tracciato: John Kocinski nel 1997 (doppietta); Colin Edwards nel 2002 (gara 2); Tom Sykes nel 2013 (gara 1);

– la nazionalità australiana è quella con più i più successi a Laguna Seca, 9, seguita da quella americana, che ne conta 7. Le altre nazioni non annoverano più di due vittorie: Giappone, Italia e Gran Bretagna si trovano a quota 2, con una vittoria a testa per Irlanda e Spagna;

– i piloti più vincenti qui, con 3 successi ciascuno, sono gli statunitensi John Kocinski e Ben Bostrom e gli australiani Anthony Gobert e Troy Corser;

– l’italiano Frankie Chili è l’unico pilota ad aver preso parte a tutte le 20 gare corse qui dal 1995 al 2004;

– l’unico pilota ad essere partito in pole in più di un’occasione a Laguna Seca è Troy Corser (3). Gli altri 9 polemen non contano più di una Superpole ciascuno.

 

Rispondi