Felice Monteleone – FMPhotoSport World SuperBike News

 

A Phillip Island il britannico precede i connazionali Rea, Sykes e Haslam.

Dopo tanta attesa, i piloti del Campionato Mondiale eni FIM Superbike sono scesi in pista per la prima di due giornate di test ufficiali al Phillip Island Grand Prix Circuit, circuito che ospiterà questo fine settimana il round di apertura della stagione 2015. Numerosi i protagonisti che si sono distinti nelle due sessioni da 120 minuti, con Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki) il più veloce di oggi grazie al tempo di 1’31.332 fatto segnare nel turno pomeridiano, al terzultimo tentativo prima della bandiera a scacchi.

 

Alex Lowes
Alex Lowes

 

Grazie a condizioni meteo pressoché perfette, i venticinque protagonisti della competizione hanno continuato il lavoro di messa a punto delle rispettive moto. Se Lowes si è dimostrato molto rapido sul giro singolo, i piloti che lo hanno seguito nella classifica tempi, Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), Leon Haslam (Aprilia Racing Team – Red Devils) ed l’altro pilota ufficiale Kawasaki,Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), i quali si sono concentrati di più sul passo di gara, ottenendo indicazioni più che interessanti.

Grandi passi avanti anche per l’altro pilota ufficiale Aprilia, il ‘rookie’ spagnolo Jordi Torres, quinto a soli 451 millesimi da Lowes ed a precedere uno sfortunato Davide Giugliano (Aruba.it Racing-Ducati Superbike Team), protagonista di una brutta caduta ad inizio della sessione pomeridiana. Il pilota romano non è riuscito a tornare in pista.

In mattinata invece era stato Randy de Puniet (Voltcom Crescent Suzuki) a perdere il controllo della propria GSX-R1000 alla curva 11, gettando così alle ortiche la possibilità di migliorare ulteriormente il proprio feeling con la quattro cilindri giapponese.

Chaz Davies, in sella alla seconda delle Panigale R ufficiali, ha chiuso in settima posizione, davanti al già citato de Puniet ed al Campione in carica del Mondiale Supersport, Michael van der Mark (Pata Honda).

Buon decimo posto per Nico Terol (Althea Racing Ducati) a precedere il connazionale David Salom (Team Pedercini Kawasaki), con a seguire Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) e l’iridato 2014 del Mondiale Superbike, Sylvain Guintoli (Pata Honda World Superbike). Bene anche Niccolò Canepa (Team Hero EBR), quattordicesimo ed a ‘solo’ un secondo e sette decimi dalla vetta.

 

Rispondi